Evento

NOVITA' ASMA E BPCO

Scarica Programma

Iscriviti

Data:
09-11-2019
Luogo:
Torino (TO), DOUBLETREE HILTON LINGOTTO
Sponsor:
- Laboratori Guidotti S.p.A.
Target di riferimento:
MALATTIE DELL'APPARATO RESPIRATORIO; MEDICINA GENERALE (MEDICI DI FAMIGLIA); CONTINUITÀ ASSISTENZIALE;
Razionale:

Le Patologie Respiratorie Ostruttive (Asma, BPCO, Enfisema, ACO) sono le patologie respiratorie croniche più comuni (circa il 70% di esse) e rappresentano una delle più frequenti cause di disabilità e cronicità contribuendo significativamente alle spese sanitarie. L’asma bronchiale colpisce circa 5-7% della popolazione adulta e 10-15% della popolazione pediatrica (costo medio di oltre 1.600 euro/paziente per anno). La larga diffusione delle Linee Guida purtroppo non ha determinato un adeguato controllo della malattia e vari studi osservazionali negli ultimi anni mostrano che fino al 50% dei pazienti asmatici presentano un’asma non controllato. Diverse sono le cause di questo risultato insoddisfacente ed in particolare vanno citati il self-management e la scarsa aderenza alla terapia del paziente. La letteratura scientifica degli ultimi anni ha dimostrato che con il termine asma si intende un complesso di patologie delle vie aeree (diversi fenotipi di asma) identificabili in sottopopolazioni di soggetti asmatici con particolari caratteristiche cliniche, funzionali e biologiche che possono giovarsi di interventi terapeutici specifici. Questo concetto di eterogeneità è fondamentale nell’asma ed, in particolare, è molto utile nei pazienti con asma grave che possono essere trattati sulla base dei principi della medicina di precisione. La BroncoPneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO), secondo la definizione GOLD, è una malattia prevenibile e trattabile caratterizzata da una persistente e progressiva limitazione del flusso aereo dovuta ad alterazioni delle vie aeree (bronchiolite ostruttiva) e del parenchima polmonare (enfisema polmonare) a causa di una significativa esposizione a fumi contenenti particelle e gas nocivi. Questa patologia è una delle principali cause di mortalità e morbilità a livello mondiale e diverrà la terza causa di morte nel mondo entro pochi anni. La BPCO, da sola, colpisce oltre 4 milioni di italiani (circa 8-12% della popolazione adulta con un costo medio stimato superiore a 2.700 euro/paziente per anno) ed è al settimo posto come causa di ricoveri ospedalieri (dati ISTAT). La BPCO colpisce inoltre il 40-50% della popolazione dei fumatori (correnti/ex-fumatori) e oltre 20 mila italiani muoiono per BPCO ogni anno. Nella BPCO sono riconoscibili diversi fenotipi clinici ma in particolare quello riacutizzatore è stato ultimamente molto studiato per la peggiore prognosi legata all’accelerato declino della funzione respiratoria e per l’elevato rischio di ospedalizzazione e mortalità. Infine, da diversi decenni è stato dimostrato che un paziente asmatico possa presentare uno scenario clinico simile alla BPCO e che un paziente BPCO possa avere delle caratteristiche simili a quelle di un asmatico (cosiddetta combinazione di asma e BPCO). Recentemente è stato coniato un nuovo termine “ACO” (Asthma-COPD Overlap) per indicare pazienti che presentano quadri clinici e funzionali di sovrapposizione sia dell’una che dell’altra. Anche per l’ACO non esiste una singola entità patologica ma piuttosto una varietà di presentazioni clinico-funzionali.